le intuizioni ovvie di claudio messora

venerdì 28 settembre 2007

Videolettera aperta al dottor Sgarbi

Nella puntata di Matrix del 26 settembre 2007, Sgarbi sproloquia contro Grillo. Facciamo l'esegesi della sua performance.


Egregio dottor Sgarbi,

nella puntata di Matrix in onda il 26 settembre, lei ha fatto alcune affermazioni sulle quali nutro alcune perplessità. Non potendo avere accesso ad un contraddittorio nella stessa sede, per ovvi motivi, esprimo il mio dissenso attraverso il media più democratico al mondo: internet.

Ecco dunque una serie di sue dichiarazioni, seguite dalle mie osservazioni.

Mi sembra che l'andamento generale delle considerazioni di chi sente la forza.. la forza fisica di Grillo, la forza brutale e priva di sostanza vera, basta pensare all'attacco ai vecchi...

Come può affermare "la forza [...] priva di sostanza vera"? La gente scesa in piazza l'otto settembre non lo ha fatto per gridare slogan vuoti nè come segno di protesta fine a se stessa. Quello che trecentomila cittadini italiani hanno firmato era una proposta di legge popolare, i cui contenuti sono ormai noti a tutti. Lei può dissentire dalle finalità di tale legge, ma non può liquidare la volontà di una parte del popolo italiano come priva di sostanza vera.
Non le sembra un'interpretazione del tutto legittima della Costituzione italiana la stesura, la firma e la presentazione di una legge voluta dal popolo?
E non sono forse i suoi contenuti sostanziali, ancorchè opinabili?

Per quanto riguarda poi l'attacco ai vecchi che lei denuncia nella retorica di Grillo, credo che il tipo di senilità schernita da Grillo non sia quella legata all'età anagrafica. Vuole un esempio? Non deve cercarlo molto lontano. Si colleghi al sito www.vittoriosgarbi.it, il sito di un cittadino che ha ricoperto incarichi di governo, che ancora rappresenta i suoi concittadini per quanto concerne la tutela delle opere d'arte e che dovrebbe avere quindi con loro un dialogo costante ed efficiente.

Potrà constatare con i suoi occhi che le notizie più recenti risalgono al 2006. Non solo: in un'era dove la capacità di comunicare attraverso contenitori nuovi, scavalcando i media tradizionali e interagendo direttamente con il pubblico, sono fattori critici, il suo blog - dal titolo profetico "Senza censura" - è una enorme e desolata pagina bianca ovunque ci si avventuri con il mouse. Effettivamente, pare proprio che il suo blog sia stato oggetto della peggior censura immaginabile: l'incapacità di comprendere le trasformazioni dei nostri tempi e stare al passo con la società.
Ecco, è questo il tipo di 'vecchio' che Beppe Grillo denuncia.


I giovani galleggiano come degli stronzi, e non hanno una sola idea e si drogano. Tutti. (in un crescendo improvviso di ira)


Mi consenta innanzitutto di esprimerle solidarietà per quello che evidentemente è sintomo patognomico di ira compulsiva. Lo sa che può causare significative erosioni gastriche nonchè colpi apoplettici?
Socrate raccomandava di arrabbiarsi con la persona giusta, nella misura giusta, nel modo giusto, nel momento giusto e per la giusta causa.
Potrebbe, magari, cominciare dal primo di questi insegnamenti ed indicare un target un pò meno generico de i giovani? Anche perchè, se davvero lei ha dichiarato che giravano fiumi di cocaina nelle case dell'aristocrazia palermitana, quando lei e Giuseppe Ayala ne eravate assidui frequentatori, non sarebbero eventualmente solo i giovani a drogarsi, ma anche e soprattutto i più grandicelli.
Tra l'altro, almeno, i giovani avrebbero motivi più nobili per drogarsi, viste le rosee prospettive che hanno in termini di occupazione e previdenza. Cosimo Mele, invece, che motivi avrebbe avuto? Il tentativo di raggiungere un'insperata erezione?


Grillo faccia come Castelli: faccia una lista, vada a prendere i voti, diventi ministro, diventi sindaco... E vedremo cosa risolve. Faccia politica! Si candidi!


Grillo non si vuole candidare. Non perchè l'abbia più volte ribadito ogni volta che qualcuno, come lei, fingendo di ignorarlo glielo rinfaccia (giacchè è noto che le dichiarazioni di certi personaggi pubblici non rappresentano quasi mai un vincolo che obbliga ad un comportamento coerente - lei in quanti partiti diversi si è candidato, dottor Sgarbi?). No... Grillo ha qualcosa di più che una semplice dichiarazione d'intenti o un alibi: ha condotto una campagna contro i parlamentari colpiti da una sentenza di condanna definitiva, sapendo di avere egli stesso una condanna a suo carico. Si è reso ineligibile a priori, con le sue stesse mani. (vedasi post precedente)

Grillo continua a fare il suo lavoro. Urlava dietro a un tubo catodico, poi gliel'hanno tolto e ha incominciato a urlare dietro milioni di monitor lcd. Gli hanno tolto un mezzo mediatico buono solo per fare propaganda e l'hanno consegnato al mezzo democratico per eccellenza, dove la comunicazione è bidirezionale, dove i telespettatori non sono più ricevitori ma trasmettono a loro volta e si auto-organizzano.
La censura gli ha fatto un favore: l'ha reso potente. Chi non sa che nascondendo a se stessi il proprio lato ombra, questo diventa incontrollabile? E' il segreto della vita, il meccanismo antico che ha reso possibile l'evoluzione: sono i problemi a generare innovazione e progresso; è la fame che porta ad inventare l'arma, non la sazietà. E' per questo che due legislature sono più che sufficienti: dobbiamo cercare di arginare l'insorgenza dell'appagamento, favorire l'appetito.


Chiunque abbia fatto con foga una polemica contro il potere ha vinto. Ha vinto davanti al pubblico. Poi gli vai a vedere.. Non solo li disprezza, gli sputa in faccia, li carezza sulla testa, li chiama vecchi, dice che prendono il Viagra, li insulta.. E ridono!!


Dottor Sgarbi.. suvvia! Questa critica proprio da lei non me l'aspettavo. Siamo al bue che da del cornuto all'asino.
Lei è sicuramente persona colta, ma chi può dimenticare le scorribande sui palchi del Maurizio Costanzo Show, quando il suo personaggio si è imposto all'attenzione dell'audience a colpi di offese, volgarità, accessi d'ira incontrollata, schiaffi, urla e altre amenità? Non si è fatto mancare niente!
Cosa crede che facesse il pubblico a casa, se non divertirsi e ridere a crepapelle? Crede di avere avuto più seguito quando teneva le sue lezioni di Storia dell'Arte, o quando gonfiava le vene del collo, sputando come un lama e attraversando a grandi falcate il palcoscenico regalando uno spettacolo molto simile a quello di un'alterco tra babbuini?
Non mi fraintenda. Anch'io, da brava scimmia urlatrice, ho sempre applaudito le sue performance. Lei era una certezza: - "Corri, corri.. c'è Sgarbi! Sta mandando affanculo tutti gli ospiti, il regista, i tecnici, il pubblico in sala e tutta la gente a casa!!".
Andiamo dottor Sgarbi, a discapito dei suoi indiscussi meriti lei è stato forse il precursore della tv spazzatura, l'antesignano del V-Day, l'unico che ci mandava chiunque, e non aveva neppure un blog.
Beppe Grillo al suo cospetto è un'educanda nel giorno della sua prima comunione.


E perchè Mastella e non Rutelli? Rutelli è più carino? L'aereo di Mastella non era quello di Rutelli?


L'aereo della discordia era indubbiamente assegnato a Rutelli. Perlomeno, Rutelli lo stava "ufficialmente" usando per finalità istituzionali: doveva presenziare alla premiazione del Gran Premio di Formula Uno.
Mastella no. Mastella stava solo facendo l'autostop con il figlio; Rutelli si è fermato, ha visto che Mastella era un pò giù per via di quel magistrato calabrese che non voleva farsi gli affari suoi, e ha provato a tirarlo su. Di peso, sul volo di linea. Al casello, poi, Mastella ha insistito: voleva pagare alla romana, ma a Rutelli sembrava una presa per il culo e proprio non ne ha voluto sapere. E' andata così!


[incomprensibile] fatto politica pensando di cambiare il mondo.. Il mondo non si cambia! E non lo cambiano le capre e gli ignoranti!


Lei sostiene che non si può fare ancora politica pensando di cambiare il mondo, perchè il mondo non si cambia.
A questo proposito mi consenta di leggerle un breve stralcio delle informazioni che sul suo conto si trovano su Wikipedia.

Nel 1996, con sentenza definitiva della Pretura di Venezia, [Vittorio Sgarbi] è stato condannato a 6 mesi e 10 giorni per il reato di falso e truffa aggravata e continuata ai danni dello Stato, per produzione di documenti falsi e assenteismo mentre era dipendente del Ministero dei Beni culturali, con la qualifica di funzionario ai Beni artistici e culturali del Veneto.

Insomma, durante lo svolgimento dei suoi incarichi al servizio della cosa pubblica, stipendiato da tutti noi, lei avrebbe marinato l'ufficio in maniera reiterata e producendo falsi certificati medici.

Dottor Sgarbi, se questo è il suo modo di intendere la politica, non posso che darle ragione: così il mondo non si cambia!

12 commenti:

Mariagrazia ha detto...

Ciao Claudio..grazie per essere passato dal mio blog...e cmq è bello vedere che non sono l'unica a che si interessa a queste cose..beh..allora potremo scambiarci pareri ogni tanto se ti va..un bacione..

Elia Banelli ha detto...

Ciao Claudio, complimenti per il blog in generale e per l'articolo su Vittorio Sgarbi.
Di certo sei stato più preciso e meticoloso nell'evidenziare singoli spezzoni del suo discorso a Matrix (dal quale emerge ancora di più la disperazione di un uomo che se non attacca sempre a testa bassa si sente trascurato dalla tv).
Cmq grazie per essere passato dal mio blog.

Ciao, alla prossima!

PELACCHIONE ha detto...

come ho scritto sul mio blog...è solo un coglione...ottimo articolo my friend :D

Walter ha detto...

Bella li, dicono i milanesi, iniziavo a sentirmi un poco solo anche nel libero web dove però trovo assai pochi ancora in italia, gli spazi come questo, gestiti con intelligenza e coraggio, a volte sembra che questi italiani altro non cerchino che misera fama e successo, tra mutande e mutandieri vip e vita alla, lucignolo bella vita, informazione da avanspettacola alla studioaperto o finto impegno sempre un poco fazioso alla striscia la notizia, dunque Claudio facciamoci coraggio ;))

Donato Menna ha detto...

ciao, t'ho beccato nei commenti di grillo, sei fortissimo, la lettera a sgarbi è fenomenale...spero che veda quel video e si spacchi il cranio a furia di capocciate al muro (unico modo che avrà lì per lì di sfogare il suo testosterone represso!!).
ho letto che eri musicista, io "purtroppo" lo sono tutt'ora, se fai un salto ad ascoltarmi su www.myspace.com/doxmenna ne sarei onorato.
non molliamo, vaffa-boys :)
ciao a tutti

don

Elio Gregory ha detto...

Ciao Claudio...complimenti per il blog e per la videolettera.
Mi piace la tua logica coerente...proprio quella che vorrei fosse più presente in Italia.
Grazie per aver visitato il mio blog...alla prossima.

Johnny7 ha detto...

Grande intervento
Sul sito di Sgarbi c'è scritto:
...intanto sia chiaro, ragione significa che io ho ragione
Se o dici te, me fido.

Capitan Harlock ha detto...

Anche Sgarbi comincia a intuirlo... ci siamo rotti le palle di lui...
L'anno prossimo lo vedremo all'isola dei famosi, a seguire il meritato oblio...

MaRaNtZ ha detto...

Video davvero eccellente, a poco a poco la forza della conoscenza condivisa e trasparente avrà ragione nei confronti di questi giullari della politica. Bravo!

Anonimo ha detto...

grande

Nadia Aiolfi ha detto...

Sei un grande!!!
Ma Sarbi ancora lo invitano in trasmissione?? Ci vuole del coraggio.

Grande video!
CIAO
Nadia

Nadia Aiolfi ha detto...

sGarbi.....:=)